Intervista al TG di RAI Sicilia

Intervista al TG di RAI Sicilia

Durante quest’ultima settimana, sono andato a Palermo per tenere una lezione all’ITIS Vittorio Emanuele III, una scuola superiore che ha la caratteristica davvero particolare di avere al suo interno un incubatore di imprese dedicato agli alunni che vogliono imparare a fare imprenditoria.

Mi sarei trovato certamente più a mio agio a parlare di argomenti molto tecnici, però alla fine la lezione ha avuto come oggetto come è possibile utilizzare i Social Network per pubblicizzare in maniera efficace la propria attività. Sostanzialmente ho riportato quanto appreso nei corsi di Social Marketing a cui ho partecipato in Inghilterra, condendoli con la mia esperienza personale di questi ultimi mesi.

Ovviamente si è trattato solo di una introduzione all’argomento con lo scopo di dare ai ragazzi alcune regole di base che gli permetteranno di approfondire la cosa in maniera autonoma: ogni attività è diversa e quindi non esistono leggi sempre valide, ma in questo campo bisogna sperimentare un po’ e trovare qual è il metodo più efficace per ciascuna esigenza… ed è quello che dovranno fare i ragazzi in futuro.

Già l’essere stato invitato a tenere una lezione mi ha inorgoglito, ma c’è stato molto di più.

Al link http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-6b1e6759-52b9-473d-9064-2e836fef6720-tgr.html#p=0 potete vedere l’edizione serale del TG Regione Sicilia andato in onda questa sera all’ora di cena su RAI 3. Al minuto 12.30 del TG troverete un servizio su questa attività della scuola e sulla lezione oltre ad una breve intervista al Preside, a me e al docente che mi ha invitato.

A parte la piccola imprecisione della giornalista nel presentarmi (avere la startup ospitata dall’incubatore TechHub di Google a Londra non è esattamente essere il referente di Google per gli incubatori… speriamo che il mio amico Larry Page non si arrabbi vedendo il servizio), grande orgoglio per questa esperienza, un grazie di cuore ai ragazzi che mi hanno sopportato ed a tutte le persone che l’hanno reso possibile!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

13 − due =