Asus Eee PC X101CH ed Arch Linux

Faccio seguito all’articolo Asus Eee PC X101CH ed Ubuntu Precise perchè ho avuto modo di provare ad installare Arch Linux sul mio Netbook: Arch usa il Kernel 3.5 che ha i driver nativi per la scheda GMA 3600 dell’eeePC; ho usato il kernel di default, non quello ottimizzato per netbook disponibile in AUR che testerò a breve, anche se secondo me dovrebbe funzionare tutto correttamente anche con la versione dedicata in quanto si basa sempre sulla versione 3.5.X.

In combinazione con i moduli xf86-video-fvdev e xf86-video-intel, il nuovo kernel permette di avere non solo il monitor a risoluzione piena 1024×600, ma anche l’accelerazione 3D nativa (e va piuttosto bene considerando l’hardware di basso profilo) e la funzione fast suspend che funziona correttamente (finalmente!).

Sopra ad X, ho installato sia OpenBox nuda e cruda, sia XFCE che è un buon compromesso tra funzionalità e leggerezza: il netbook ora vola! Da una prova “sul campo” ora il boot da spento del netbook fino ad arrivare alla schermata dil login impiega meno del mio “vecchio” iMac con Ubuntu 12.

Quanto ad Ubuntu, sembrerebbe che la prossima versione non LTS in uscita prevista ad Ottobre, avrà il nuovo kernel 3.5 per cui è probabile che le incompatibiltà Hardware della versione 12.04 LTS saranno superate: in qualsiasi caso, visto l’annuncio di aver eliminato Unity 2D e vista la pesantezza di compiz che sta dietro alla versione 3D… beh, difficilmente tornerò indietro.

Non contento, ho voluto esagerare e ho installato un disco SSD nel netbook: sinceramente non tanto per le prestazioni già ottime prima dell’upgrade, ma per il fatto che così ho un PC a tutti gli effetti ma senza parti meccaniche in movimento: considerando che porto con me il netbook in borsa come le persone normali portano un tablet, ora mi sento molto più sicuro di non far danni, anche perchè il guscio del mio Netbook è molto più robusto dello schermo Touchscreen dei tablet.
Sinceramente, però questo upgrade hardware mi è venuto “un po’ così”: il disco interno Seagate da 320 GB dell’EeePC  è un po’ più sottile rispetto alla norma, per cui il disco SSD “aftermarket” sfora leggermente nelle dimensioni toccando la parte superiore dello chassis: l’effetto “tastiera curva” è leggermente visibile ad un occhio attento ma se qualcuno solleverà obiezioni, dirò che serve per aumentare l’ergonomicità 😉

www.tende.com, il primo sito in ridondanza geografica del Cloud azns-ongrid

Siamo felici di presentarvi www.tende.com, il primo sito internet scritto in PHP con database MySQL che sfrutta un hosting LAMP in tecnologia Shared Nothing appoggiato sul Cloud multidatacenter di AZNS/OnGrid.

Il sistema si basa su una replica MySQL in tecnologia master/master dei due server database, oltre ad una sincronizzazione schedulata del filesystem per mezzo del demone unison. Il sistema permette di ottenere la sopravvivenza e completa funzionalità del sistema anche in caso di guasto dell’intero datacenter.

Il bilanciamento di carico tra i due server e la tolleranza ai guasti avviene attraverso un nuovo servizio di monitoraggio attivo di nostra realizzazione che presenteremo a breve: stay tuned!