10 validi plugin per WordPress 3.1

Innanzi tutto, chiunque abbia avuto modo di provare almeno una volta ad usare WordPress, sicuramente si rende conto della stermitata quantità di plugin disponibili per questa piattaforma di blog; bisogna fare molta attenzione, però: molti sono ottimi prodotti, altri sono esosi di risorse e rallentano notevolmente il sito, altri ancora causano delle falle di sicurezza non piacevoli da risolvere a posteriori. Secondo il mio modo di pensare, meglio avere un blog meno piacevole esteticamente o meno ricco di funzioni ma molto più snello da gestire e da visitare, piuttosto di avere un sito ricco di funzionalità ma che provoca ragnatele tra il monitor e il viso del navigante a causa della lentezza.

Oltretutto, come già detto in quest’altro articolo, Google tiene molto in considerazione la velocità di caricamento di una pagina; inolte, secondo una recente ricerca, emerge che un navigatore mediamente interrompe il caricamento di una pagina se non appare entro 4 secondi. Quindi, prima regola: be easy, non esagerare con la pesantezza del blog.

1-Click Retweet/Share/Like
Seconda regola per un blogger: be social. Per portare visitatori al sito, è giusto utilizzare tutti i mezzi leciti; integrare il proprio blog con i più importanti social network è il modo più facile per farsi pubblicità. Il plugin in questione è in realtà un servizio di LinksAlpha che permette innanzi tutto di inserire automaticamente all’inizio o alla fine di un articolo i pulsanti per segnalare la pagina all’interno dei più famosi Social Network. I pulsanti che inserisce automaticamente permettono al visitatore di tweettare un articolo, condividerlo o segnalarlo su Facebook, oppure segnalarlo tramite Linkedin, Google Buzz, Digg oppure stubleupon.
Ma il plugin fa molto di più: è possibile creare per il proprio blog un “nework” di account su diversi Social Network e pubblicare automaticamente il proprio articolo su più di trenta di questi. Le funzionalità di base permettono la pubblicazione attraverso un numero limitato di siti, è però possibile utilizzare il servizio a pagamento in grado di diffondere in maniera più importante i nuovi articoli.

BulletProof Security
Come sostenuto precedentemente, è facile creare delle falle sulla security di un sito WordPress. Questo plugin, però, ci viene in aiuto adottando una serie di migliorie atte, appunto, a migliorare la sicurezza dell’installazione WordPress di default. Ad esempio crea dei file .htaccess all’interno delle directory dati per impedirne l’accesso diretto, crea dei meccanismi di backup automatico e molto altro

RAX Google XML SiteMap
Questo plugin crea in automatico una sitemap in formato XML per aiutare gli spider di Google ad indicizzare al meglio le pagine del blog.

Table of Contents Creator
Concettualmente simile al plugin precedente, Table of Contents Creator crea un “indice” del blog in modo che i visitatori possano navigare con facilità all’interno del blog.

WordPress.com Stats
Tra i tanti sistemi di statistiche per WordPress, questo è quello che prediligo in quanto “ufficiale”: difatti, se si ha un account in wordpress.com, attraverso questo plugin è possibile utilizzare il sistema di statistiche “ufficiale” anche su un sito “hosted”. Ho scelto questo sistema in quanto è anche compatibile con l’App “WordPress” per Android.

WP Greet Box
Questo plugin permette di riconoscere la provenienza del visitatore (ad. esempio se ha seguito un link su Facebook, Twitter o Google) e propone un messaggio personalizzato per invitare il visitatore a compiere una azione atta creare un rapporto in linea con la referenza. Ad esempio, se si è seguito un link su Facebook, il plugin inviterà il visitatore a richiedere l’amicizia e così via.

GD Star Rating
Sempre nell’ottica di migliorare il feedback con i visitatori, GD Star Rating permette al visitatore di “votare” un articolo. Sistema utile per capire quali argomenti sono ritenuti più interessanti per i visitatori

WPtouch
La navigazione attraverso dispositivi mobili sta prendendo sempre più piede: WPTouch è in grado di riconoscere se il navigatore sta utilizzando uno smatphone Symbian, Blackberry, Android o iPhone in modo da proporre un layout grafico ottimizzato per i “piccoli schermi”.

WordPress Related Posts
Per migliorare il proprio posizionamento in Google e, soprattutto, per aiutare il visitatore nella navigazione, questo plugin propone un elenco di contenuti simili al termine di ogni articolo basandosi sui Tag. Io il link lo inserisco, però dubito che ci capirete molto dalla pagina ufficiale… però una volta installato fa tutto da solo!

Askimet
Askimet è incluso di default nelle installazioni di WordPress: all’inizio potrebbe sembrare superfluo, però ci si accorgerà ben presto della sua indubbia utilità. Il plugin analizza il contenuto dei commenti agli articoli e rileva quelli che potrebbero essere spam, cioè quelli inseriti solo per creare dei “backlink” ad altri siti.